“Stanze. Altre filosofie dell’abitare” alla Triennale di Milano

La mostra “Stanze. Altre filosofie dell’abitare” presso la Triennale di Milano, in svolgimento fino a lunedì 12 Settembre e solo per questi giorni ad ingresso gratuito, è stata promossa dal Salone del Mobile di Milano ed ideata e curata da Beppe Finessi, docente presso il Politecnico di Milano ed architetto, in collaborazione con il filosofo Francesco M. Cataluccio. Iprogetto vuole vertere sull’abitazione intesa come “vita all’interno della casa”, ripercorrendone la storia, il presente ed il futuro.

triennalePer realizzare questa mostra, il dott. Finessi ha coinvolto 11 architetti ed autori della cultura italiana per la progettazione di altrettanti modelli abitativi: ognuno di essi ha ideato una “stanza”, immaginandola come spazio primario per abitarvi. Possiamo, quindi, trovare soluzioni del tutto immaginifiche, come l’uovo-utero solidificato che diventa cranio – per intendere lo spazio primordiale della vita – o la stanza-prigione o addirittura uno spazio completamente vuoto per comunicare la rilevanza, nell’ambito dell’architettura di interni, dell’accumulo e dell’esposizione degli oggetti.

Il dott. Cataluccio, invece, ha aggiunto alla mostra una serie di riflessioni e connessioni tramite l’abbinamento di ogni stanza ad un libro, comprensivo di titoli che vanno da Modernità Liquida di Bauman a Visioni del digitale di Byung-Chul Han. Sempre il filosofo osserva come la maggior parte delle stanze siano state intese come “spazi nei quali ci si rifugia” e non “locali abitativi” come i tradizionali salotti, cucine, camere da letto e via di seguito: è come se il filo conduttore fosse una sorta di “ritorno alle origini”, una semplicità che sembra voler tornare “al punto di partenza”.

Il volume “Stanze. Altre filosofie dell’abitare” è stato pubblicato da Marsilio Editori in occasione dell’omonima mostra, a cura dell’architetto Finessi. Questo libro, partendo dall’idea di essere scritto come catalogo dell’esposizione, si pone come opera di approfondimento sulla cultura del progetto dell’abitare, andando oltre l’antologia dei progetti esposti ed approfondendo le varie tematiche legate agli spazi ideati.

V.G.

You May Also Like