Arte del Vetro oggi in Italia

Comunicato Stampa: A Villa Necchi Campiglio il mese di dicembre è dedicato all’artigianato di alta qualità grazie all’iniziativa Manualmente – a cura di Angelica Guicciardini – giunta alla terza edizione: il 2014 è la volta del vetro nelle sue tante declinazioni.

 

Nell’ambito di questo progetto, dal 27 novembre 2014 al 6 gennaio 2015 nel Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano nel cuore di Milano sarà presentata la mostra “Arte del Vetro oggi in Italia”, un’ampia rassegna di opere in vetro curata dall’artista e gallerista Jean Blanchaert con il coordinamento di Irina Eschenazi Focsaneanu.

 

La mostra presenterà le creazioni di alcuni dei più importanti designer e scultori italiani e internazionali. Per l’occasione Venini ha scelto di presentare alcune delle più belle produzioni recenti, tra cui il cavallino diafano di Alessandro Mendini, i vasi scultura di Tadao Ando, le bottiglie, di Matteo Thun, richiamo esplicito alle nature morte di Morandi, i vasi cinetici di Emmanuel Babled.

 

Dalle opere in vetro colorato ai manufatti dalle forme più eccentriche, le realizzazioni presentate saranno espressione delle molteplici declinazioni del vetro, della grande inventiva dei designers e della straordinaria abilità manuale dei maestri vetrai. Questa speciale e straordinaria selezione include anche i vasi di Massimo Micheluzzi, realizzati con una particolare tecnica di decoro a mosaico, le eccentriche sculture zoomorfe di Maria Grazia Rosin, sei bicchieri di Mario Botta dalla forma assoluta e i vasi con iridescenze di Franco Deboni.

 

Non mancheranno gli oggetti più estrosi come gli imperatori di vetro di Ria Lussi e le proposte surreali di Koen Vanmechelen, presentato per questa mostra da Berengo Studio. Inoltre nel giardino della Villa sarà esposto “Il mostro della Laguna”, opera disegnata da Simona M. Favrin completamente ricoperta di squame di vetro fatte a mano dal maestro vetraio Nicola Moretti, lunga più di 6 metri, illuminata da un complesso meccanismo tecnologico.

 

Importante l’apporto della Scuola del Vetro di Murano Abate Zanetti, presente con numerose opere del Maestro Giancarlo Signoretto. Inoltre in mostra saranno presentate le produzioni artistiche di ColleVilca Cristalleria, azienda storica toscana nella realizzazione di cristalli, e di Daniela Forti, artista toscana impegnata nella tecnica del vetro – fusione, selezionate per la mostra da ARTEX, Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana.

 

Le opere in esposizione racconteranno la varietà creativa, l’artigianalità e l’eccellenza italiana contemporanea nella realizzazione del vetro. Gli artisti, designer e architetti, accuratamente selezionati da Jean Blanchaert, producono per la maggior parte nell’area veneziana di Murano, nota da sempre come luogo di lavorazione del vetro. La mostra vuol essere quindi un’occasione straordinaria per conoscere le migliori produzioni artistiche, frutto di sapiente manualità, passione, estro e creatività e per avere un’idea del fermento artistico che oggi anima l’arte vetraria in Italia.

 

Il percorso espositivo si snoderà negli gli ambienti della Villa partendo dal giardino e proseguendo all’interno dove i pezzi esposti si integreranno agli arredi e agli oggetti della famiglia Necchi Campiglio. Il percorso termina nello spazio espositivo dell’ultimo piano tra installazioni e tra piccoli e grandi pezzi unici. Le opere esposte saranno in vendita e parte del ricavato sarà devoluto al FAI per le sue attività. In occasione di “Arte del Vetro oggi in Italia”, per avvicinare ancora di più i visitatori a questa forma d’arte, sabato 29 e domenica 30 novembre Villa Necchi Campiglio ospiterà una ricca mostra – mercato di vetri realizzati e dipinti a mano che vedrà la presenza di venti espositori con le loro migliori produzioni artistiche, frutto di manualità, intelletto, passione e creatività.

 

Passeggiando tra gli stand allestiti nel campo da tennis della Villa, il pubblico potrà ammirare gli splendidi gioielli di Stefano e Daniele Attombri, dove le antiche fogge veneziane si fondono con un gusto etnico e all’avanguardia attraverso temi mitologici e senza tempo; oppure stupirsi dinanzi alle creazioni di Giberto Arrivabene, capace di insufflare nuova vita alle cose belle e perdute, e regalare alle forme classiche la rarità del pezzo unico attraverso l’arte dell’incisione.

 

Ci sarà anche l’occasione di acquistare gioielleria d’autore come i pezzi di Francesca Mo, architetto e designer milanese che fa del minimalismo e dell’arte povera il proprio “alphabeto artistico”. Saranno presentate le vetrate artistiche di Laura Morandotti e le creazioni del Museo d’Arte Vetraria Altarese di Altare (SV). Tra i tanti espositori, si potranno incontrare la Moleria Locchi, la più antica moleria del vetro di Firenze, da sempre votata al restauro di oggetti di ogni epoca e stile e alla produzione di raffinati pezzi in cristallo secondo le fogge ottocentesche Liberty e Decò; Benedetta Gaggia, con i suoi fiori e coralli realizzati con minuscole perline antiche.

 

Durante le giornate di sabato e domenica saranno proposti incontri e conferenze sul vetro a cura di alcuni dei principali maestri vetrai italiani e moderati da Jean Blanchaert:

 

Sabato 29 novembre: ore 11.30 – Altare. Dall’artigianato al design. Una storia lunga mille anni. Conferenza di Giulia Musso, conservatore Museo dell’Arte Vetraria Altarese e Mariateresa Chirico, storica dell’arte. Ore 15.30- Essere maestro ed essere interprete degli artisti Incontro con Rosa Barovier Mentasti, storica dell’arte vetraria e Andrea Zilio, grande maestro vetraio muranese.

 

Domenica 30 novembre: ore 11.30 – Dialogo tra uno dei massimi scultori figurativi del vetro, Silvano Signoretto e Alberto Cavalli, direttore della Fondazione Cologni da sempre impegnata nella valorizzazione dei mestieri d’arte. ore 15.30 – Dialogo tra Martina Semenzato, presidente Scuola del Vetro Abate Zanetti Murano e Giancarlo Signoretto, maestro vetraio pedagogo che insegna alle nuove generazioni. Con il Patrocinio del Comune di Milano.

 

La manifestazione è inserita nel calendario degli “Eventi nei Beni del FAI 2014” e sarà resa possibile grazie a Barclays, che per la prima volta è a fianco del FAI in questo importante progetto, e PIRELLI, che rinnova la consolidata amicizia con la Fondazione.

You May Also Like